skip to Main Content
Ciclo Combinato Di Urano E Plutone. Quinta Parte

Ciclo combinato di Urano e Plutone. Quinta parte

Esempio di ciclo combinato di pianeti esterni: Urano e Plutone
I pianeti esterni hanno un moto lento. Il momento in cui due pianeti esterni si incontrano definisce l’inizio di un ciclo al livello delle valenze di quei pianeti, una sorta di momento seminale. Poi nel corso del tempo i due pianeti avanzeranno a velocità diverse e poco a poco, dal momento in cui erano uniti nella stessa posizione del cielo, giungeranno a creare degli angoli specifici nella loro interazione.
I momenti di maggior enfasi e manifestazione di ciò che prende avvio all’inizio del ciclo quando i due pianeti sono a 0° ovvero in congiunzione, si presentano quando i pianeti si trovano ad una distanza di 180°, aspetto chiamato nel linguaggio astrologico, opposizione.

Se prendiamo come esempio il ciclo di Urano e Plutone, che hanno rispettivamente un moto di rivoluzione di 84 e 248 anni, possiamo osservare che i due pianeti si trovano in aspetto di congiunzione (0°) e di opposizione (180°) all’incirca due volte nell’arco di un secolo.
I momenti del loro incontro a 0° e 180° si riflettono a livello storico in epoche in cui le valenze dei due pianeti si mescolano per generare fenomeni dal carattere radicalmente rivoluzionario, trasformativo ed emancipatorio.
Osserviamo cosa è accaduto nel loro ciclo a partire dalla fine del XVIII secolo.
Urano e Plutone sono stati in aspetto di opposizione nel decennio della Rivoluzione francese, fra il 1787-1798. Sono stati poi congiunti fra il 1845 e il 1856 e al grado esatto nel 1848-49, gli anni che hanno visto l’insorgere in numerose capitali europee delle rivolte per l’indipendenza nazionale. Sono stati di nuovo in opposizione fra il 1896 e il 1907, epoca di grandi avanzamenti per il movimento di emancipazione femminile. Infine Urano e Plutone sono stai congiunti negli anni ’60 del secolo scorso, decade di trasformazioni radicali a livello sociale, politico e di costume su scala planetaria.
È evidente come nelle quattro epoche riportate l’archetipo della rivoluzione si mescoli con l’archetipo della trasformazione e rigenerazione dando vita a fenomeni di profondo avanzamento collettivo.

Attualmente i due pianeti si trovano ad una distanza di 90° fra di loro.
0°, 90°, 180° e 270° sono gli angoli creati dalla divisione del cerchio per 4.
Abbiamo visto come i momenti di congiunzione ed opposizione dei pianeti corrispondano a fasi di massima tensione nella corrispettiva manifestazione sul piano delle vicende umane della funzione dei due archetipi. Il momento in cui i due pianeti si strovano a 90°, o quadratura, costituisce una fase in cui ciò che è stato generato nella congiunzione si appresta ad un momento di verifica.
Dal 2010 i due pianeti sono entrati in aspetto di quadratura, aspetto che si è intensificato in questi primi mesi del 2011 e che si protrarrà fino al 2015, con un apice nei prossimi due anni.

Un manifesto della rivoluzione egiziana. 2011

Già si assite al risveglio di un desiderio di riscatto collettivo che sta mettendo in discussione quelle forme di gestione del potere politico che non sono allineate con l’esigenza di democrazia e compartecipazione alla gestione sociale collettiva, gli avvenimenti degli ultimi mesi in Nord Africa ne sono un chiaro esempio.
L’umanità di questa epoca sembra manifestare l’esigenza di trovare nuovi modelli di collaborazione su scala mondiale, che consentano di integrare valori di rispetto, libertà e reprocità fra gli individui e fra l’umanità e il pianeta.
Questo allineamento, se da un lato definisce lo spirito di questa fase storica, dall’altro ha una manifestazione puramente personale nella vita di ciascuno di noi. Se per esempio Urano e Plutone entrano in aspetto con posizioni quali il Sole e la Luna o gli altri pianeti interni, la persona sentirà più forte l’esigenza di trovare dei canali di espressione concreti nella propria vita alle richieste del momento. La misura in cui ognuno di noi potrà sentirsi più o meno ‘attivato’ dall’attuale posizione di Urano e Plutone nel cielo dipende dalla relazione che i due pianeti generano con i pianeti nel tema individuale.
Siamo noi che, in ultima analisi, creiamo ciò che si manifesterà in un determinato periodo ed è il contributo di ciascuno che determina cosa accadrà su ampia scala.

Back To Top